L'OCCHIO DEL PITTORE Bergamo nella pittura e nei disegni del XVIII-XIX secolo
Lontano dal centro

Quali mezzi abbiamo per conoscere cosa sia la città? cosa sia stata, come sia cambiata?

E' iniziato il nostro percorso attraverso paesaggi e vedute, disegni, stampe. Sono stati gli sguardi di artisti come Pietro Ronzoni, Costantino Rosa, il Nebbia, ma anche stranieri come Salomon Corrodi a fissare nel'immaginario collettivo  profili, prospettive, brani di vita. Insieme  a loro architetti come Lucchini e Berlendis hanno tracciato il volto  di Bergamo. Quanto siamo loro debitori, ancora oggi, del nostro modo di guardare  la città? Eppure tanto è cambiato, dentro e fuori lo spazio urbano.

Mercoledì 20 gennaio 2016, ore 17.30, in Ateneo ne hanno parlato

Antonia Abbattista Finocchiaro e Maria Mencaroni Zoppetti

© 2010 Ateneo Scienze Lettere ed Arti di Bergamo