News ed eventi
Costruire per la guerra: depositi, baracche, cimiteri...

Nell'arco di due anni dal 1915 al 1917 il territorio viene dotato di tutte le strutture necessarie per alimentare e supportare il fronte che, per quanto riguardava l'Italia si estendeva prevalentemente sull'arco alpino, costringendo ad adattarsi alla situazione orografica e morfologica.Baracche, ricoveri, depositi, ospedali furono realizzati seguendo le disposizioni contenute nei manuali e nelle circolari emanate dall'Intendenza Generale, anche se, in molti casi i soldati furono costretti ad ingegnarsi e utilizzare come materiale costruttivo ciò che offriva la natura, mirando ad ottenere i massimi risultati col minor dispendio di mezzi.

Per cercare di delineare quali sono state le conoscenzetecniche adottate a risoluzione del problema dell'alloggio delle truppe, sisono utilizzate le fonti ufficiali e i diari e le memorie di coloro che laguerra "l'hanno fatta".

Mercoledì 28 febbraio 2018, ore 17.30, Ateneo- Sala Galmozzi
Monica Resmini parla di:"Costruire per la guerra: depositi, baracche,cimiteri..."

© 2010 Ateneo Scienze Lettere ed Arti di Bergamo